La Gestazione nel mondo animale

Molte mamme sapranno quanto può essere lungo e difficile il parto.

Forse starete pensando che 9 mesi siano tanti e duri da sopportare, in realtà il periodo di gestione varia tantissimo a seconda dell’animale in questione e ci sono alcuni mammiferi in cui tale periodo è molto più lungo.

Le informazioni che si hanno sono poche a meno che non si sia appassionati ed esperti di zoologia.

Sotto molti aspetti il parto è un evento che ha molto in comune tra i diversi essere viventi. Il giorno prima del parto l’animale inizia a cercare il luogo più adatto per partorire, che deve essere un luogo sicuro isolato e quindi al riparo dai predatori e presenta circa gli stessi sintomi, come ansia, respiro affannoso, mangia poco e può vomitare. Inoltre potranno esserci perdite vulvari biancastre. Il travaglio può durare da 6 a 12 ore circa.

Il dolore è associato al parto per uno scopo ben preciso: far capire all’animale che presto avrà i cuccioli ed è un motivo in più per spingere l’animale in maniera istintiva ad autoproteggersi e a cercare un luogo sicuro.

Vediamo ora come avvengono le gestazioni dei vari animali:

La gestazione dei roditori

I roditori sono gli animali che, com’è anche facile da prevedere hanno il periodo di gestazione più breve. Il topo partorisce in 20 giorni ed il coniglio in 30.

La brevità dello stesso è dovuto anche alle stazza di questo tipo di animali

La Gestazione del Cane

La gestazione del cane dura molto meno rispetto a quello dell’uomo. A seconda delle razze e chiaramente del singolo caso specifico, può andare dai 58 a 68 giorni.

E’ importante avere una serie di accorgimenti per permettere alla propria cagnolina di alimentarsi nel modo corretto e avere una fase pre parto e il parto vero e proprio nel miglior modo possibile.

Generalmente si consiglia l’assunzione di calcio e aumentare l’apporto di grassi.

La gestazioni più lunghe in natura

Un po’ a sorpresa, tra le gestazioni più lunghe, troviamo quella del cammello. La sua gestione dura dai 13 ai 14 mesi. Tale necessità e che i cucci devono essere ben formati e forti prima di venire alla luce altrimenti non riuscirebbero a sopravvivere ai lunghi periodi di siccità tipici del loro habitat.

Al secondo posto in questa speciale classifica troviamo l’orca marina che ha in periodo di gravidanza di 17-18 mesi (circa 1 anno e mezzo)

Ovviamente tutti i grandi mammiferi hanno un posto di rilievo: rinoceronte, giraffa e soprattutto elefante che detiene il record assoluto con una media di 600 giorni.